mercoledì 28 Settembre 2022

Monte San Biagio, 4 maestre d’asilo accusate di maltrattamenti sui bimbi: prosciolte

Maltrattamenti in un asilo di Monte San Biagio. Comportamenti difficili da accettare dalle maestre a cui vengono affidati bambini così piccoli riportati nel capo di imputazione. Le maestre indagate, però, sono state prosciolte e il processo nei loro confronti non è proprio iniziato. Prosciolte, in 4 erano state accusate a vario titolo di maltrattamenti e abuso di mezzi di correzione, perché il fatto non sussiste.

Questa mattina, 18 giugno, si è svolta l’udienza preliminare davanti al giudice del Tribunale di Latina Giuseppe Cario. Il gup che doveva decidere se rinviarle a giudizio e quindi iniziare il processo o prosciogliere le indagate ha deciso per il proscioglimento.

I fatti, risalenti tra l’ottobre e il novembre del 2016, sono ricostruiti dalle intercettazioni video ambientali disposte dal pubblico ministero Gregorio Capasso a seguito di una denuncia di un genitore e realizzate dai carabinieri. Il pm però non aveva richiesto la sospensione delle educatrici né altre misure cautelari: non lo aveva ritenuto necessario. Secondo gli inquirenti nelle aule erano volati schiaffi, calci alle sedie, urla e rimproveri pesanti.

Oggi in aula gli avvocati delle insegnanti, Guglielmo Raso, Andrea Sparagna, Pasquale Cardillo Cupo e Sandro D’Ovidio, hanno parlato a lungo spiegando che il comportamento delle indagate non era affatto violento o particolarmente duro. C’erano sì rimproveri, ma nessuna esagerazione.

“L’indagine effettuata – ha spiegato Guglielmo Raso non era idonea a sostenere alcun tipo di accusa. Anzi, gli stessi video, non solo evidenziavano l’infondatezza di qualsiasi ipotesi di maltrattamento, ma addirittura mostravano un alto livello di professionalità da parte delle insegnanti. Purtroppo, nonostante tale evidenza, un atteggiamento eccessivamente caparbio e fantasioso da parte degli inquirenti ha creato dal nulla un procedimento che non aveva ragion d’essere.  Nell’interesse della mia assistita ho inoltre svolto indagini difensive che hanno dissolto ogni dubbio, dimostrando inconfutabilmente che le maestre della scuola per l’infanzia di Monte San Biagio non solo sono immuni da ogni sospetto, ma sono persone di specchiata moralità e di notevole professionalità. E questa sentenza di proscioglimento, cosa non frequente, lo conferma”

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img