domenica 25 Febbraio 2024
spot_img

Scala il monte Circeo ma si sente male: salvato dal soccorso alpino

Si è sentito male nel tentativo di scalare il Monte Circeo; si tratta di un escursionista di nazionalità romena che ha vissuto un drammatico episodio a causa delle estreme temperature e dell’esposizione al sole lungo il percorso di salita. L’incidente è un monito importante per tutti i turisti e gli amanti dell’escursionismo, sottolineando l’importanza di prendere precauzioni durante le giornate di caldo intenso. Questo evento ha richiesto l’intervento tempestivo del CNSAS Lazio e del personale sanitario, dimostrando quanto sia essenziale pianificare attentamente le attività all’aperto e valutare le condizioni climatiche prima di intraprenderle.

Il Monte Circeo, con i suoi panorami mozzafiato e sentieri avventurosi, è da sempre una meta molto amata dagli escursionisti e dai turisti in cerca di avventura e contatto con la natura. Tuttavia, ieri pomeriggio, un escursionista di nazionalità romena ha vissuto un episodio di grave emergenza lungo il sentiero per Escursionisti Esperti (EE) numero 750 a causa delle estreme temperature e dell’esposizione al sole.

Durante l’escursione, l’uomo è stato colto da un improvviso colpo di calore e ha subito una grave disidratazione. Fortunatamente, nonostante la situazione critica, è riuscito a lanciare l’allarme e comunicare la sua posizione con sufficiente precisione. A questo punto, è scattato immediatamente l’intervento di soccorso.

Il CNSAS Lazio (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) ha inviato sul posto l’eliambulanza della Regione Lazio, con a bordo il Tecnico di Elisoccorso, il medico e l’infermiere del 118. Grazie all’ausilio del verricello, il Tecnico di Elisoccorso è riuscito a raggiungere l’escursionista in difficoltà e recuperarlo prontamente a bordo dell’eliambulanza.

Una volta a bordo, il personale medico ha somministrato tempestivamente una flebo per idratare l’escursionista e garantire le prime cure necessarie sul posto. Successivamente, l’uomo è stato trasferito presso l’ospedale di Terracina tramite un’ambulanza del 118 per ulteriori accertamenti.

Questo episodio mette in evidenza l’importanza di scegliere escursioni adeguate e adottare misure precauzionali durante periodi di grande caldo. Le temperature elevate e l’esposizione al sole possono rappresentare un pericolo serio per la salute, soprattutto durante l’attività fisica impegnativa come l’escursionismo.

Il CNSAS Lazio sottolinea l’importanza di valutare attentamente le condizioni meteorologiche e climatiche prima di intraprendere qualsiasi attività all’aperto. È fondamentale informarsi sulla durata, la difficoltà e la lunghezza del percorso scelto e avere con sé una sufficiente quantità di acqua per idratarsi adeguatamente durante il viaggio.

Inoltre, è sempre consigliabile informare qualcuno dell’itinerario previsto e portare con sé un telefono cellulare completamente carico per eventuali emergenze.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img