lunedì 26 Settembre 2022

Modello Peduto per reindustrializzare i siti dismessi pontini

Beh, almeno ci provano. In un mondo dove tutto si ripete e nessuno prova a fare qualcosa di diverso, almeno Cosimo Peduto, presidente del consorzio industriale Roma Latina, ci ha provato. L’idea è quella di usare, meglio riusare, i siti produttivi dismessi per nuove attività. Un percorso che ha coinvolto anche i sindaci di Latina, Cisterna, Aprilia e Pomezia. Le azioni concrete si sono sviluppate nell’ex sito della Gambro, riutilizzato dalla Bsp, a Tor Tre ponti, stesso processo per la ex Paoil a Cisterna, altre due esperienze si stanno sviluppando nell’area di Castel Romano comune di Pomezia.

Questo percorso, ormai maturo, e che utilizza normative specifiche è stato illustrato in un convegno che si è tenuto nel teatro comunale di Latina (in zona Cesarini, il giorno dopo è stato chiuso). All’incontro hanno partecipato tecnici ed amministratori, peccato che non c’era alcuno del Comune di Latina. Come dire, una cosa che si può fare è meglio soprassedere.

Lidano Grassucci
Direttore di LatinaQuotidiano fino ad Aprile 2018. Giornalista professionista, laureato in scienze politiche, è stato direttore de Il Territorio, Tele Etere, Economia Pontina, caposervizio presso Latina Oggi e autore di numerose pubblicazioni.

CORRELATI

spot_img
spot_img