sabato 2 Marzo 2024
spot_img

Mochi: “Gli ex An sono una risorsa per la Lega e non certo un freno”

La Lega continua a crescere.

Le adesioni si sommano e a fare la differenza sono le recenti entrate di numerosi esponenti di provenienti da Alleanza nazionale.

Passaggio che a qualcuno ha fatto storcere il naso, soprattutto in provincia di Latina, dove a fare il passo nel Carroccio sono stati qualche settimana fa i quadri che hanno guidato An per anni.

“Che la Lega sia un contenitore vuoto, o meglio non organizzato, dalla Toscana in giù, è un fatto acclarato. E lo dicono i dati non certo io. La Lega ha modificato il suo obiettivo spostando l’asse dal nord ad una prospettiva nazionale. E questo richiede un’organizzazione serrata – spiega il consigliere comunale di Pontinia della Lega, Giuseppe Mochi – se si vogliono raggiungere obiettivi importanti”.

Ma Mochi ci tiene soprattutto a sottolineare che il passaggio degli ex An nella Lega è un passaggio naturale.

Un partito quando nasce è normale che comprenda degli ex, quindi con esperienze alle spalle, provenienti da diverse realtà.

“E’ stato così anche in Forza Italia nel ’94. Quanto accade oggi nella Lega non comprendo perchè susciti tanto clamore. Siamo – continua Mochi – di fronte ad un processo figlio di una scomposizione dei vecchi quadri politici. Se tutta la componente di An, partendo da chi oggi rappresenta il partito come Durigon e Zicchieri, passando per la Sovrani ed Adinolfi, Villani e Nardi, per fare solo alcuni esempi, sono nella Lega forse è questo il partito che sposa meglio i valori della destra. E non credo che nessuno si debba vergognare del proprio passato. I valori prevaricano le questioni di bandiera”.

Un partito però cresce solo quando ha una propria classe dirigente e per selezionarla ci vogliono anni.

“Credo che questo possa essere il contributo degli ex An che hanno dimostrato di avere capacità di aggregazione, conoscenza della macchina amministrativa e delle dinamiche politiche sul territorio, al partito di Salvini. C’è ancora molto da fare – spiega Mochi – ma mi auguro che la Lega diventi un partito aperto con una democrazia partecipata al suo interno. E che si dia la possibilità di crescere a chi ha merito, passione e determinazione. Oggi è naturale che non sia così siamo di fronte ad una realtà ancora troppo giovane”.

Sulla notizia del possibile arrivo di una terza gamba per la reggenza nella lega nel Lazio Mochi non si sbilancia.

“Lo ho appreso dalla stampa. Se i vertici nazionali del partito adotteranno le scelte migliori per guidarlo a realizzare le strategie vincenti ogni decisione credo debba – conclude Mochi – essere accolta con favore”.

Alessia Tomasini
Alessia Tomasini
Nata a Latina è laureata in Scienze politiche e marketing internazionale. Ha collaborato con Il Tempo e L'Opinione ed è stata caporedattore de Il territorio e tele Etere per la politica e l'economia. L'esperienza nell'ambito politico l'ha vista collaborare con pubbliche amministrazioni, non ultima quella con la regione Lazio, come portavoce e ufficio stampa.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img