martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Misure straordinarie per famiglie ed imprese di Fondi nel post emergenza Covid. Simeone interroga Zingaretti

Aiuti concreti per le famiglie e le imprese del comune di Fondi. E’ quello che chiede il consigliere regionale e presidente della commissione sanità, Giuseppe Simeone, che sul caso ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione, Nicola Zingaretti.

L’obiettivo è sapere se la Regione Lazio abbia chiesto al Governo di considerare anche il Comune di Fondi, fin dal 19 marzo 2020, in ragione delle maggiori restrizioni adottate per fronteggiare la diffusione del contagio, destinatario di misure di maggior sostegno economico come accaduto per altre realtà analoghe.

“Ovviamente, nel caso in cui non vi fosse il riconoscimento di queste misure da parte del Governo, vorrei che la Regione Lazio ci dicesse se e quali forme di sostegno intenda comunque prevedere a favore di Fondi”.

Il 19 marzo la Regione Lazio con un’ordinanza, ha di fatto ‘isolato’ Fondi, in ragione ‘dell’aumento considerevole dei contagiati’  anche rispetto al numero degli abitanti, disponendo il blocco totale degli accessi alla città, la sospensione di tutte le attività ad eccezione di quelle essenziali e di pubblica utilità, il divieto di allontanamento dal territorio comunale e sottoponendo ad una serie di limitazioni il Mof.

“Provvedimenti, peraltro prorogati, a mio avviso sono contraddittori: la cittadina è stata identificata, a livello nazionale, quale “zona rossa” per il peso delle misure di contenimento – continua Simeone – adottate nei suoi confronti, ma a questa ‘connotazione’ non hanno fatto seguito gli interventi di natura economica previsti per gli altri comuni d’Italia sottoposti alle medesime misure restrittive. Tant’è vero che il sindaco Beniamino Maschietto ha chiesto informazioni su queste procedure attraverso due note distinte, prima ai vertici della Regione Lazio e poi allo stesso governo”.

Il terreno da recuperare è tanto, tantissimo, sia sotto il profilo delle perdite economiche che dell’immagine per una città che si sta rimboccando le maniche per ripartire senza paura.

“A questo danno va posto urgentemente un rimedio. L’amministrazione Zingaretti abbia il coraggio di tutelare gli interessi di famiglie, imprese e cittadini di un centro importante della regione, ‘vittime’ di provvedimenti contraddittori e che – conclude Simeone – rischiano di penalizzare a lungo la loro vita quotidiana, sul piano sociale come su quello economico”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img