di Daniela Pesoli – E’ tornato in libertà il 37 enne di Marina di Minturno arrestato per spaccio dalla Polfer di Formia lunedì scorso, sul treno regionale diretto a Napoli, perché trovato in possesso di circa 15 grammi di marijuana e di 10 grammi di cocaina.

La droga era stata nascosta nel vano porta oggetti del sedile passeggero del treno e all’interno di una lattina.

Ieri mattina l’uomo, assistito dagli avvocati Pasquale Cardillo Cupo e Gianni Bove, è comparso davanti al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Cassino per la convalida dell’arresto e l’applicazione degli arresti domiciliari richiesti dal pubblico ministero.

Nel corso dell’udienza il giovane ha negato che la sostanza fosse destinata allo spaccio e i difensori hanno documentato le esigue capacità economiche dell’indagato.

L’arresto è stato convalidato, ma il giudice ha respinto la richiesta del pubblico ministero di applicare la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Condividendo la posizione dei difensori circa la carenza dei gravi indizi di colpevolezza, il giudice ha rimesso il 37enne in libertà.