“Buongiorno a tutti …. le attenzioni avute, l’utilizzo di protezioni, non sono bastate a tenere lontano il Covid; purtroppo sono risultato positivo e con me anche mia moglie e la nostra piccola bimba. Ringrazio di cuore le autorità che hanno subito dato luogo all’applicazione delle normative sanitarie. Ringrazio di cuore il sindaco per il pensiero e la vicinanza espresse alla mia famiglia“.
Si apre così la lettera di Luigi Di Tella, titolare dello stabilimento balneare “Rosalba” di Marina di Minturno, risultato positivo al coronavirus e in gravi condizioni a causa di una seria polmonite interstiziale che ha imposto il ricovero in ospedale.
La nota è stata pubblicata sul profilo social del sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli.
Intanto sono stati effettuati i tamponi al personale del lido ed avviate tutte le procedure necessarie alla sanificazione della struttura.
intanto sui social è divampata la polemica a cui è lo stesso Di Tella a rispondere.

“Faccio presente a chi ha pensato che avevo tenuto i soldi e  chiuso truffando a chi e che cosa non so. Appena saputo ho pagato in anticipo tutti gli stipendi del mio staff e, qualora qualcuno perdesse qualche giorno di mare, verrà correttamente rimborsato. Neanche davanti a cose del genere – conclude – si riesce ad essere umani”.