rapine

Il pubblico ministero Cozzolino, dinanzi al collegio del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha imposto questa mattina pene severe per i tre uomini accusati di una ventina di furti e rapine messi a segno ai danni di anziani residenti nei comuni della provincia di Caserta, Benevento, Napoli, Frosinone e Latina, soprattutto a Minturno.

E’ stata chiesta la condanna a 20 anni di carcere per Vincenzo Tedesco e a 18 anni e 16 anni rispettivamente per i fratelli Andrea e Francesco Mingione, tutti residenti a Maddaloni.

Nel gennaio del 2018, dopo l’ultimo colpo a Dugenta, furono bloccati dai carabinieri della compagnia di Caserta.

Avevano fatto irruzione in una villetta, abitata da una 68enne e da suo figlio.

Una banda spietata i cui componenti agivano con il volto coperto da passamontagna alla ricerca di oggetti d’oro e denaro.

La sentenza è attesa per dicembre.