sabato 28 Gennaio 2023

Minturno, il 2020 sarà l’anno del riscatto. Stefanelli: “Conti in ordine, ora investiamo su opere pubbliche”

di Daniela Pesoli – Nel 2020 si getteranno le basi per migliorare il territorio comunale, senza dimenticare le zone periferiche che più delle altre attendono interventi da tempo.

Lo ha annunciato il sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, nel corso della conferenza stampa di fine anno tenuta per tracciare un bilancio delle attività del 2019 e informare la cittadinanza sui programmi dell’anno nuovo.

Tra le opere pubbliche che dovrebbero partire a breve, il sindaco ha citato la messa in sicurezza delle scuole e l’adeguamento dei relativi impianti antincendio, il restyling di piazza San Leonardo, il rifacimento di piazza Monte d’Argento e della villa comunale, gli interventi sul lungomare di Scauri.

L’anno che verrà, ha anche comunicato Stefanelli, dovrebbe essere quello giusto per uscire dal piano pre-dissesto che permetterà di investire di nuovo a pieno ritmo sul territorio.

La Corte dei conti e il Ministero dell’interno dovranno esprimersi sul riequilibrio del bilancio in base alla documentazione preparata dal Comune. Una vicenda che si trascina da qualche anno dopo che sono state rilevate carenze contabili e una mole di debiti fuori bilancio, con l’ultimo pagamento di un milione di euro previsto proprio nel 2020.

Il consuntivo del sindaco di Minturno è stato incentrato soprattutto sul rafforzamento della piana organica dell’ente che andrà ad incidere positivamente sulla protezione civile, a fronte delle sempre più crescenti allerte meteorologiche, e sui buoni risultati ottenuti nel settore della raccolta differenziata, che ha recuperato importanti percentuali nel corso degli ultimi due anni. Ciò permetterà la riduzione della Tari sia per le famiglie sia per le attività produttive.

 

 

 

CORRELATI

spot_img
spot_img