A seguito di una discussione nata per futili motivi, un uomo aggredisce la convivente, minacciandola e puntandole un coltello a serramanico, della lunghezza di 15 centimetri alla gola.

La donna ha raccontato ai carabinieri intervenuti a seguito di una chiamata al 112 che il comportamento dell’uomo era frequente e che le aveva provocato stati di ansia e turbamenti per la propria incolumità.

I militari di Formia hanno proceduto quindi ad arrestare un 59enne di Scauri, per atti persecutori e maltrattamenti in famiglia.

L’uomo era già sottoposto agli arresti domiciliari per motivi connessi all’emergenza pandemica Covid 19.

Il 59enne è stato quindi trasferito nel carcere di Cassino a disposizione dell’autorità giudiziaria.