Poste centrali Latina

Pomeriggio di paura all’ufficio centrale delle Poste di Latina.

Un uomo, intorno alle 14, ha minacciato di morte i passanti.

Immediato l’intervento della polizia.

L’uomo, alterato, si è rifiutato di fornire i propri documenti ed ha aggredito anche gli agenti con frasi come “infami, vi ammazzo tutti, quando vi trovo vi crepo”.

Nonostante i tentativi degli agenti che lo invitavano a mantenere la calma l’uomo aumentava i comportamenti offensivi e poco collaborativi affermando “io ho l’epatite, se non mi lasciate andare mi taglio, poi vi denuncio”.

Gli agenti, nonostante le resistenze opposte dall’uomo, alla fine sono riusciti a portarlo in questura.

Ma anche durante le fasi del foto segnalamento presso gli uffici della polizia scientifica continuava ad avere un atteggiamento aggressivo nei confronti degli agenti.

Sentiti i testimoni, i motivi che avevano scatenato l’ira dell’arrestato erano riconducibili alle difficoltà nel prelevare contanti dal proprio conto corrente poiché aveva smarrito il pin.

L’uomo, di 56 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per il reato di resistenza e minacce aggravate a pubblico ufficiale e violenza privata.

Al termine delle formalità di rito è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima fissato per il 20 luglio come disposto dal pubblico ministero di turno Dott. Bontempo.