Se il 2013 non è stato un anno florido per il settore immobiliare, per il 2014 si vedono degli spiragli, questo il bilancio tracciato dalla Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali in vista del nuovo anno. La provincia di Latina è, secondo il presidente nazionale Paolo Righi, “una delle realtà più vivaci a livello nazionale” dove il calo delle compravendite, che sembrava inesorabile, sta subendo una botta d’arresto.

I dati comunque parlano di prezzi in calo: se nel mese di novembre 2012 un appartamento in città si pagava a 2.316 euro per metro quadro, nel novembre appena trascorso questa cifra è calata di quasi 200 euro. Inoltre per quel che riguarda le tipologie di appartamenti in vendita sono i trivani a registrare un netto calo (-15%) mentre le ville continuano a mantenere il loro mercato più o meno come prima (-1%).

Questi dati però non devono influenzare negativamente “oltre all’ecatombe dei prezzi – spiega Righi -, tra le pieghe dei dati latinensi sono presenti segnali incoraggianti. Spiccano quelli relativi ai mutui, dai quali emerge come siano in crescita esponenziale le domande di finanziamento”.

Inoltre, spiega il presidente provinciale Santino Nardi “A Latina, grazie ad una maggiore disponibilità bancaria e i prezzi notevolmente ribassati, la discesa nelle compravendite, che sembrava inarrestabile sino a qualche tempo fa, è in decisa frenata. Molti stanno tornando in Agenzia ed il mercato sta dando evidenti cenni di vivacità. Giocoforza il ribasso continuo dei prezzi è in via di assestamento”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − diciassette =