martedì 9 Agosto 2022

Latina, l’assessore ai lavori pubblici Caschera: “Il futuro del Mercato Annonario sarà espressione dell’interesse generale della città”

L’assessore ai Lavori Pubblici al comune di Latina, Pietro Caschera, è voluto intervenire sulla situazione del Mercato Annonario che, dice ‘è senza dubbio una priorità dell’Amministrazione’.

Un intervento che serve a fare chiarezza, visto che negli ultimi giorni ci sono stati, sempre secondo l’assessore, ‘diversi interventi che hanno contribuito principalmente a creare confusione attorno al tema’.

Ecco l’analisi di Caschera: “Prima cosa: quello dell’Arsial è uno studio di fattibilità ed è, finora, l’unico progetto pervenuto presso gli uffici comunali. Poi sappiamo, perché se ne è parlato nel dibattito cittadino e non perché vi sia un atto amministrativo al riguardo, che c’è anche un altro progetto, in questo caso di un privato. Ma nulla è stato deciso.

L’Amministrazione è aperta al dialogo con tutti, siamo pronti a discutere e analizzare, aprire un processo partecipato e trasparente con chiunque voglia proporsi per la riqualificazione e la trasformazione del Mercato Annonario, sempre nel rispetto delle procedure previste nei progetti di finanza. L’unico aspetto che è stato già definito è la funzione che avrà il Mercato nel futuro di Latina: un polo enogastronomico, un “salone del gusto” da vivere tutta la giornata e che sia in grado di valorizzare i prodotti del territorio come accade negli altri mercati delle grandi città europee. Senza dimenticare il rientro degli operatori oggi collocati nella struttura di Via Don Minzoni che in questi anni hanno fatto importanti sacrifici e che meritano considerazione.

È dunque interesse dell’Ente procedere a una riqualificazione che non sia soltanto incentrata sul Mercato ma che interessi anche altri luoghi che possono coesistere insieme. Affinché questo avvenga è necessario che vi siano quante più possibili proposte pubbliche o private al fine di permettere dapprima all’Amministrazione e poi, per quanto di competenza, al Consiglio Comunale di prendere la decisione più adeguata.

Nel più breve tempo possibile sarà resa pubblica la procedura che darà inizio a questo processo partecipato. Ogni scelta politica di un’Amministrazione, infatti, prima di trasformarsi in atti concreti ha bisogno di un procedimento amministrativo che sia garanzia di trasparenza e legalità per la comunità. L’obiettivo è arrivare a una scelta collegiale e rappresentativa della città, che non sia calata dall’alto da una singola parte politica, ma che sia espressione dell’interesse generale della comunità al quale ognuno di noi vuole dare il proprio contributo”.

 

CORRELATI

spot_img
spot_img