giovedì 27 Gennaio 2022

Medico di Minturno insignito della Croce d’argento della Marina per il suo impegno contro il covid

Un impegno, quello contro la pandemia, riconosciuto con il conferimento della medaglia d’argento al merito della Marina.

Un importante riconoscimento quello conferito al medico di Minturno Riccardo Graziosetto. A darne notizia è stato l’Ordine dei medici di Latina, riportando il decreto ministeriale con il quale è stata concessa l’onorificenza al capitano di corvetta.

Durante la fase acuta della pandemia, il capitano è stato in servizio presso l’ospedale Maggiore di Lodi, città che è stata uno dei focolai del Coronavirus in Italia, assieme ad altri componenti del personale sanitario della Marina Militare.

Dal 5 marzo 2020, nel pieno dell’epidemia, la task force composta da due ufficiali medici, un anestesista e un gastroenterologo specializzato in medicina interna, con al seguito sei sottufficiali infermieri, è stata all’opera all’interno del nosocomio lodigiano.

Tra loro il 49enne medico di Minturno, di stanza presso l’Infermeria Presidiaria Marittima (Mariferm) di Roma. Si tratta, per altro, del figlio dell’ex dirigente scolastico del Liceo “Leon Battista Alberti” Michele Graziosetto, oggi scrittore e poeta.

Un impegno, a sprezzo del pericolo, che gli è valsa il prestigioso riconoscimento di cui oggi si è avuta notizia.

CORRELATI

spot_img
spot_img