venerdì 27 Maggio 2022

Matteo Adinolfi contro le adozioni gay, cartello in aula: espulso dal Consiglio Comunale

Matteo Adinolfi prosegue il suo comportamento da one-man-show in Consiglio Comunale. Se nel corso dell’ultima assise, si era messo ad interrompere tutti fino a far sospendere la seduta, stavolta ha tenuto un intervento con un cartello al collo con su la scritta “No adozioni gay”. “È una battaglia di partito”, si è giustificato. Peccato che sia un tema su cui l’amministrazione comunale non ha voce in capitolo.

Non è andata giù al consigliere del PD Enrico Forte che ha chiesto l’intervento del presidente Massimiliano Colazingari. Il Presidente questa volta non ha sospeso la seduta ma ha fatto allontanare il coordinatore provinciale di NCS. Che poi è rientrato.

CORRELATI

spot_img
spot_img