Una grave episodio intimidatorio si è consumato nella notte tra domenica e lunedì all’interno di un’azienda agro-zootecnica in località “Cintio”, alle pendici di Monte Redentore, a Formia.

Un vero e proprio attentato che ha visto sfortunati protagonisti alcuni animali. Ignoti, infatti, probabilmente armati di pistola, hanno “giustiziato” tre mucche che dormivano. E’ stato colpito a distanza ravvicinata anche un toro ma l’animale non ce l’ha fatta in considerazione delle gravità della ferita riportata. Sul caso indagano i carabinieri forestali, allertati poche ore dopo dai proprietari dell’allevamento.

Secondo gli inquirenti, ma anche a detta del veterinario della Asl, gli autori dell’attentato hanno sparato alla cieca, e quindi il bilancio delle vittime poteva essere ben peggiore…

I proprietari dell’azienda hanno denunciato il fatto di essere da tempo vittime di intimidazioni, derivanti da un contrasto, con altri allevatori, per lo sfruttamento dei pascoli sul territorio del parco regionale dei Monti Aurunci.

La Procura della Repubblica di Cassino ha aperto un fascicolo contro ignoti.