La partecipazione del comune di Latina al progetto Upper, metterà a disposizione del comune circa 4 milioni di fondi europei per “Azioni urbane innovative”.

Una delle azioni sarà la realizzazione di un parco a Campo Boario, nell’area dove sorgeva il campo sportivo.

Sulla questione è intervenuto, in un comunicato, il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale Andrea Marchiella, che individua un problema che, almeno finora, non era stato messo sul tavolo.

“Il progetto non prevede in alcun modo un intervento sulla viabilità della zona, a dir poco caotica per via del traffico intenso su via Milazzo” scrive Marchiella.

In effetti su quella strada confluiscono in una direzione i veicoli provenienti dalle autolinee e da via Piave, nell’altra quelli che hanno percorso via Epitaffio, via della Stazione e il territorio dei Lepini.

“Nei mesi scorsi – scrive ancora l’esponente di Fratelli d’Italia – in una seduta della commissione Viabilità, avevo sollecitato una soluzione dopo aver preso atto delle numerose lamentele dei residenti. Si decise di incaricare l’ingegnere Umberto Martone di elaborare un piano in grado di decongestionare il traffico in un’area compresa tra i quartieri Gionchetto e Campo Boario. Da allora, però, nessuno ha preso in esame alcuna proposta”.

Senza un intervento in questo senso, secondo l’esponente di FdI si rischia di realizzare un parco del tutto isolato, che offrirebbe terreno fertile a situazioni di degrado e microcriminalità.

Il comunicato si conclude con la proposta, propositiva, fatta al comune: “Basterebbe recuperare il tratto di strada senza uscita, adiacente alla struttura: quella via andrebbe prolungata e ampliata, trasformandola in un prezioso collegamento con via Pionieri della Bonifica e di conseguenza con via Epitaffio”.

Un’idea fattibile, secondo Marchiella, e a costi contenuti, che valorizzerebbe ulteriormente il parco e garantirebbe una preziosa arteria parallela all’intasatissima via Milazzo.