Sbarcano su RaiPlay Sabaudia e i suoi scenari protagonisti del film “Magari”, opera prima di Ginevra Elkann girata tra gennaio e febbraio 2019 nella città delle dune.

Da oggi, 21 maggio, la piattaforma multimediale della Rai consente la visione in esclusiva del film nell’ambito dell’iniziativa “La Rai con il Cinema Italiano”, che porta in streaming otto film italiani, quattro dei quali originariamente destinati alle sale cinematografiche ma, causa Covid-19, resi disponibili sul web grazie ad un accordo che la direzione ha stretto con le diverse produzioni.

Tra questi figura anche il film “Magari”, prodotto dalla Wildside, Iconoclast, Tribus P Films e Rai Cinema, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Sabaudia.

Il lungomare, la spiaggia, le dune ma anche il centro storico con il viale che porta al Belvedere, la chiesa della Santissima Annunziata, Palazzo Mazzoni, il bosco e il mercato settimanale del giovedì: queste le location principali che hanno interessato l’occhio attento della Elkann (il film è ispirato alla sua vita privata) e che hanno fatto di Sabaudia location d’eccellenza per la sua opera prima, sceneggiata a quattro mani con la scrittrice Chiara Barzini.

“Vedere Sabaudia con i suoi scorci protagonista di un film è sempre motivo di orgoglio e la conferma del legame indissolubile che sin dagli albori la città ha tessuto con il mondo del cinema. Vorrei – commenta il sindaco Gervasi – ringraziare la regista Ginevra Elkann e tutta la produzione di ‘Magari’ per aver scelto i nostri scenari naturalistici ed architettonici rendendoli parte integrante di una storia intima e appassionante, interpretata da un cast d’eccezione, nella speranza Sabaudia possa portare loro e al film i meritati riconoscimenti e tanta fortuna”.

“Magari”, già apprezzato da pubblico e critica nei festival di Locarno e Torino, racconta l’infanzia di tre bambini che sognano una famiglia unita. È la storia di Alma, Jean e Sebastiano, tre fratelli molto legati tra loro, che da Parigi, città in cui vivono nel sicuro seppur bizzarro ambiente alto borghese della madre di fede russo-ortodossa, si ritrovano scaraventati nelle braccia di Carlo, padre italiano, assente, anticonformista e completamente al verde, che non ha alcuna idea di come badare a sé stesso, figuriamoci ai figli.

Nel cast figurano attori di spicco del panorama cinematografico italiano e internazionale, a partire da Riccardo Scamarcio e Alba Rohrwacher. Insieme a loro Milo Roussel, Ettore Giustiniani, Oro De Commarque, Céline Sallette, Brett Gelman e Benjamin Baroche.