Sarà interrogata domani mattina, 10 maggio, la maestra della scuola dell’infanzia di via degli Aurunci a Latina, sospesa per maltrattamenti sui bambini. Dovrà presentarsi alle 9.30, insieme al suo avvocato Leone Zeppieri, presso il tribunale di Latina.

Si tratta di un interrogatorio di garanzia, durante il quale potrà, se lo riterrà opportuno, rispondere alle domande del giudice per le indagini preliminari, Giuseppe Cario, e fornire la sua versione dei fatti. Intanto è stato diffuso ieri un breve video preso dalle immagini di videosorveglianza delle telecamere installate in classe dai carabinieri. Immagini e audio di un momento della lezione in cui ci si rende conto della tensione e dell’atmosfera pesante che si respirava nell’aula.

Si sentono le urla dell’insegnante che riprende i bambini e che se la prende in particolare con una piccola alunna per aver osato spostarle la borsa. Sembra che voli anche qualche schiaffo, ma non si può vedere questo particolare perché il filmato è stato offuscato.

Come è stato per le maestre “cattive” di piazza Dante, l’indignazione si è diffusa sui social e moltissimi sono gli insulti all’educatrice della scuola “Sibilla Aleramo”. Qualcuno vorrebbe vederla in carcere. Il provvedimento di sospensione però, in questo momento, evita il pericolo di reiterazione del reato e non sussisterebbe evidentemente per il gip neanche il pericolo di fuga. La misura cautelare in carcere quindi, in questo caso, che sarebbe preventiva (prima di una eventuale condanna), non è prevista.