mercoledì 24 Luglio 2024
spot_img

Maestra denunciata dopo aver sequestro il telefono in classe: il giudice archivia tutto

Ci ha pensato il giudice del Tribunale di Latina, Giorgia Castriota, a mettere la parola fine alla querelle che ha visto protagonista una insegnante di Latina accusata dei reati di abuso d’ufficio e violenza privata.

Come si ricorderà, la maestra aveva requisito uno smartphone ad una alunna durante una lezione di matematica. Molto interessata all’argomento, stava realizzando un filmato della lezione anche se, in classe, l’uso dei dispositivi elettronici è vietato. Per questo l’insegnante, accortasi della cosa, aveva provveduto al sequestro. Non sol, all’interno del dispositivo era conservato un video a sfondo sessuale, decisamente non adatto ad una bambina; scattava quindi la segnalazione alla dirigenza della scuola.

Secondo il magistrato, l’insegnante ha agito nel modo giusto, è stata attenta e diligente quando ha notato sul dispositivo alcune immagini dal contenuto erotico.; un giudizio che ha messo la parola fine alla vicenda (leggi qui la notizia completa).

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img