Un protocollo d’intesa per il potenziamento del confronto tra sindacati e amministrazione comunale per favorire interventi più incisivi nell’ambito della crescita economica, dello sviluppo sostenibile, della sicurezza sui luoghi di lavoro e della protezione delle categorie più deboli.

È stato sottoscritto questa mattina tra il Comune di Latina e Cgil, Cisl e Uil con le rispettive federazioni territoriali dei pensionati.

L’intesa avrà durata di due anni.

Tra gli ambiti di confronto figurano le crisi aziendali ed  emergenze occupazionali, politiche abitative, lotta all’illegalità, al lavoro nero e al caporalato, politiche di bilancio improntante all’equità sociale e contrasto della ludopatia e del gioco d’azzardo.

“Si tratta di un importante manifesto politico-programmatico-amministrativo perché i temi trattati – spiega il sindaco Coletta – investono a tutto campo l’agire dell’amministrazione e delle organizzazioni sindacali con le quali, voglio sottolineare, è sempre necessario instaurare un rapporto quotidiano e sinergico. Sono sicuro che da questo Protocollo trarrà beneficio tutta la comunità”.

L’impegno primario ora starà nel rendere concreto quanto previsto dal protocollo d’intesa evitando che possa diventare l’ennesima “carta” morta che non produce risultati per la collettività.