Si apre oggi l’edizione 2017 della “Campagna Nastro Rosa” volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione nella battaglia contro il tumore al seno.

L’iniziativa è promossa dalla LILT (Lega per la Lotta ai Tumori) in collaborazione con la Asl di Latina, l’Università La Sapienza Polo Pontino e di tutti i Sindaci dei comuni della provincia.

L’inaugurazione si svolgerà oggi 1 ottobre alle ore 9:30 presso la sala consiliare del Comune di Terracina, che raccoglie il testimone lasciato dal comune di Roccagorga. Saranno proprio i due Sindaci, Nicola Procaccini, per Terracina e Carla Amici per Roccagorga ad aprire l’evento insieme al vicesindaco Roberta Tindari per lasciare poi la parola agli interventi del presidente della LILT provinciale Alessandro Rossi, del delegato per il polo pontino de La Sapienza Carlo della Rocca, del direttore clinico della Breast Unit Fabio Ricci e del direttore sanitario della Asl Luciano Cifaldi.

Tutti gli aderenti alla Campagna Nastro Rosa 2017 saranno impegnati nella promozione di iniziative per la sensibilizzazione sulla prevenzione del tumore al seno, ancora oggi la tipologia di cancro più frequente che colpisce le donne. Le possibilità di guarigione sono fortunatamente molto alte, indispensabile è però una corretta prevenzione che deriva solo da una giusta e completa informazione ed educazione in campo oncologico, per questo iniziative come questa devono essere oggi condivise da quante più persone possibili al fine di comprendere l’importanza di condurre un sano stile di vita sottoponendosi a controlli mirati per una diagnosi precoce.

Come per gli altri anni anche per questa nuova edizione il Tempio di Giove Anxur, simbolo della comunità di Terracina, si illuminerà di rosa al fine di dare un segno di forte comunicazione della volontà che l’Amministrazione ha proprio nel “promuovere e sviluppare la consapevolezza che prevenire evita l’insorgenza di problemi a volte drammatici” come sottolinea il vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali, Roberta Tindari.

La cerimonia di domenica rappresenta dunque un momento importante nell’ambito dell’azione di sensibilizzazione che da decenni la LILT pontina svolge sull’intero territorio provinciale e della Asl che, grazie alla Breast Unit, è in grado di fornire un approccio multidisciplinare nel percorso diagnostico e terapeutico di assoluta eccellenza.