L’olio di Cori è tra i migliori al mondo. Non è la prima volta che il nostro territorio si distingue per la capacità di esportare qualità.

“L’espansione dell’Azienda Molino 7Cento – dice il sindaco di Cori Mauro Primio De Lillis – rappresenta un indicatore della presenza di fattori competitivi sul nostro territorio. Oltre alle indiscutibili caratteristiche del suolo, del micro-clima e dei millenari saperi della coltivazione dell’ulivo, non da meno, anche l’attenzione che l’amministrazione sta ponendo allo sviluppo ed alla promozione del settore agro-alimentare rappresentano fattori che favoriscono l’insediamento e lo sviluppo delle imprese agricole ed innovative”.

Il motto “L’essenziale è invisibile agli occhi” rappresenta in toto l’obiettivo della azienda Molino 7Cento.

All’inizio di febbraio era arrivato il riconoscimento come 1° Classificato nel XV concorso “L’olio delle colline”.

Ora è arrivato anche il prestigioso riconoscimento internazione del concorso Sol d’Oro 2020 Nothern Hemispher che si tiene a Verona dal 2002, dove una giuria internazionale ha valutato il suo olio tra i migliori nella categoria “absolute beginners”.

“Stiamo assistendo ad un significativo fenomeno di implementazione dei progetti – afferma l’assessore Simonetta – delle aziende agricole che, utilizzando anche le norme regionali, stanno ampliando e diversificando la propria produzione ed offerta”.

Un riconoscimento di cui l’azienda va, a buon ragione, fiera, e che trova le radici nei suoi valori di rispetto della natura e dei suoi cicli, nella valorizzazione delle professionalità, nel rispetto delle materie prime nel processo di trasformazione.

“Tutto ciò apre un promettente scenario – conclude il sindaco – perché, come sappiamo, un tessuto socio-economico cresce se si fa massa critica e se si sviluppa la qualità. Quindi non possiamo che sostenere i risultati del Molino 7Cento e delle altre realtà del territorio che stanno lavorando in questa direzione”.