domenica 7 Agosto 2022

“Littoria Swamp”: i meme di Facebook arrivano a Latina

di Davide Iannace * – Meme. A Latina. E voi direte: “Cos’è, una nuova pietanza francese importata?” No, niente di così raffinato.  Chi frequenta Facebook ormai da qualche anno si sarà certamente accorto delle immagini divertenti che vengono condivise da pagine di svariato genere (ma anche da personalità di un certo livello). Ecco, quelle immagini di solito accompagnate da una battuta sono dette “meme”, e i social ne sono pieni. Non tutti sanno però che da qualche mese a questa parte c’è una pagina Facebook che si occupa principalmente di ironizzare sulle caratteristiche e sui personaggi di Latina, ma con una certa ricercatezza e amore per la cultura pop: stiamo parlando di “Littoria Swamp”.  Il nome è già tutto un programma: Littoria fa riferimento al primo nome di Latina, ma sempre in chiave ironica (non si tratta di una pagina che vuole un ritorno alle “origini”), swamp invece è un termine inglese che sta per palude, per ovvi motivi storico-ambientali. La particolarità di questa pagina sta soprattutto nel collegare, attraverso un buon uso dei programmi di fotomontaggio, elementi presi da film, serie tv, cartoni animati o anche  fatti contemporanei, con i più riconoscibili e famosi caratteri della città pontina. Ed è così che, ad esempio, la torre pontina diventa un vero e proprio simbolo della pagina, accostata ad esempio alla torre di Mordor (Il Signore degli Anelli), oppure all’ Empire State Building scalato da King Kong nei vari film a lui dedicati.

Non mancano poi riferimenti ad altri luoghi simbolo di Latina, come ad esempio la sempre affollatissima (ma solo il sabato sera) “via dei pubs”, oppure la Pontina, che si trasforma all’occorrenza in una pista di Super Mario Kart o come strada attraversata dalla tanto discussa Tesla Roadster rossa di Elon Musk in rotta verso Marte, con tanto di manichino annesso. Non vengono poi risparmiate le città vicine, che diventano oggetto di goliardia e di scherno, ma senza mai scadere nell’insulto gratuito (su tutte, Frosinone, Sezze, Cisterna).

E i riferimenti sono ancora molti, anche se alcuni non sempre di facile comprensione. Uno dei limiti di pagine del genere è che spesso rimangono di nicchia, soprattutto per la scelta di temi inerenti ad un pubblico ben preciso, giovane, amante della cultura nerd e abbastanza presente sulla rete. Al momento la pagina ha circa 5100 mi piace, un numero discreto per una pagina di questo tipo. È da apprezzare soprattutto la creatività degli autori, che riescono a sfruttare le opportunità concesse dai social media e a realizzare un contenuto originale dal basso, che riesce a diventare virale e a strappare più di una risata ai cittadini di Latina e dintorni, in quel mare affollato e inquinato che è Facebook nel 2018.

* Davide Iannace è corsista della seconda edizione del Workshop di Giornalismo Digitale organizzato da Net in Progress e LatinaQuotidiano.it

CORRELATI

spot_img
spot_img