Una discussione, come tante che, come tante, finisce alle mani. E’ quanto successo a Sperlonga, dove i carabinieri hanno denunciato tre persone.

Nello specifico, si tratta di un 39enne  residente a Terni, accusato di ‘detenzione abusiva di armi’ e ‘minaccia aggravata’; un 21enne residente a Castellammare di Stabia. Per lui l’accusa è di ‘porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere’. Infine, un 23enne residente a Sperlonga per  ‘minaccia’, ‘lesioni personali’ e ‘calunnia’.

I fatti sono avvenuti ieri, quando i carabinieri sono intervenuti per separare i più giovani. Dalle successive indagini, si  scoperto che il 39enne, anche lui coinvolto nel diverbio, era in possesso di una spada giapponese, ovviamente non da esposizione, non dichiarata. Un’arma bianca che veniva posta sotto sequestro.