Come dicevano Aldo, Giovanni e Giacomo sei ignorante nel senso che ignori.

E l’ignoranzità, per citare Zalone, anche nelle istituzioni a volte diventa sovrana.

Deve ignorare, infatti, parte della geografia del Lazio chi, carta e penna, si è messo a suddividere per provincia i Comuni destinatari dei fondi per il maltempo.

Tanto è che i Comuni della provincia di Latina si scoprono, almeno per mano dell’estensore e di chi quell’atto deve aver supervisionato, come per magia 34.

E noi che eravamo rimasti ai 33 studiati sui banchi di scuola.

Fatto sta che ben 54 milioni di euro sono stati annoverati tra quelli considerati a sostegno dei territori nostrani.

E in pochi si sono accorti dell’o(e)rrore commesso.

Tanto che molti hanno riportato pari e patta la “novità” senza battere ciglio.

Non è la prima volta che accadono episodi simili in Regione dove ad esempio, nel disegnare la provincia di Latina avevano, un paio di anni fa, dimenticato di inserire le isole di Ponza e Ventotene.

Nel 2015, sempre l’arcipelago pontino, era stato completamente eclissato da “casa” Zingaretti, in occasione di Expo 2015 a cui la regione aveva partecipato, con grande entusiasmo e dispendio di risorse, ma dimenticando parte del proprio territorio.

Accade quasi di consueto con il Comune di Roccasecca per il quale nessuno nota quel piccolo particolare che sta nell’aggiunta “Dei Volsci” a cui consegue l’appartenenza alla provincia di Latina, nell’ultimo caso, o a quella di Frosinone.

Sono quisquilie in fondo se non fosse che, in ogni campagna elettorale, Zingaretti si spende e spande per spiegare quanto alla provincia di Latina, ad ogni singolo Comune che lo compone e a tutti i cittadini che la rappresentano, sia legato ed attento.

Da oggi sappiamo che quel legame, salvo correzioni in corso d’opera, deve essere moltiplicato per un Comune in più.

In fondo, a numeri invariati, come diceva Totò, per dare autenticità ad una cosa basta un timbro, una firma ed una controfirma.