lunedì 22 Aprile 2024
spot_img

Lettera alla Diocesi di un falso prete, il Vescovo di Latina apre un’indagine interna

Le lettere anonime inviate in questi giorni in diverse Diocesi, in cui un fantomatico prete confesserebbe una vita di sesso e peccati nota a tutti sono dei falsi. Sull’episodio la Diocesi ha deciso di avviare un’indagine.

“Con dispiacere e amarezza abbiamo appreso della diffusione, in questi giorni, presso buona parte del clero di una lettera, con annesse alcune foto, attribuita falsamente a un prete della diocesi, il quale si accuserebbe di gravi comportamenti contrari alla morale e allo stile di vita proprio di un ministro ordinato. Respingiamo con fermezza l’uso di lettere anonime che non hanno altro scopo che diffamare una persona e creare scalpore e scandalo tra i fedeli, lanciando accuse generiche e non portando nessuna prova. Poiché la circolazione della lettera rischia di creare confusione e di portare discredito nei confronti di un prete e della comunità ecclesiale, il vescovo Mariano Crociata ha disposto l’avvio di un’indagine previa in ambito canonico, a tutela dello stesso presbitero citato nella lettera, della serenità e del cammino di fede della comunità ecclesiale e, non ultimo, della verità”.

A darne notizia il Portavoce del Vescovo Remigio Russo.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img