domenica 5 Febbraio 2023

Lenola, tre indagati per la morte sul lavoro di Ennio Piccione: disposta l’autopsia

Ennio Piccione era caduto due giorni fa da un’impalcatura mentre effettuava alcuni lavori su un edificio a Lenola. Ricoverato d’urgenza all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina purtroppo non ce l’ha fatta.

Oggi per la sua morte sono state iscritte nel registro degli indagati tre persone: l’appaltatore, il direttore e il committente dei lavori di manutenzione straordinaria. A loro carico la pesante accusa di omicidio colposo.

Un atto dovuto in caso di morte bianca, perché possa emergere se vi siano responsabilità o se la tragedia poteva essere evitata.

Il pubblico ministero Giuseppe Miliano, che sta coordinando le indagini, ha disposto l’autopsia e oggi conferirà l’incarico al medico legale che la effettuerà nei prossimi giorni. Piccione stava lavorando sul ponteggio quando è caduto da un’altezza di appena 2 metri. Le sue condizioni erano apparse però da subito critiche.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img