sabato 22 Gennaio 2022

Palazzo della ex banca d’Italia di Latina, la proposta della Lega

Dopo Fratelli d’Italia, anche la Lega di Latina ha voluto dire la sua circa la ex sede della banca d’Italia di Latina, acquisita al patrimonio comunale ma che sta creando un vero vespaio circa il suo riutilizzo.

“Il palazzo della Banca d’Italia sia destinato al polo universitario. Ci sono anche i fondi previsti nella legge di stabilità 2021 e le proposte inserite nel Documento di economia e finanza 2021-2023 della Regione Lazio, grazie agli emendamenti del capogruppo Angelo Tripodi”. Lo ricordano, in una nota, Vincenzo Valletta, segretario della sezione della Lega di Latina-area centro e consigliere comunale del partito, e Valeria Tripodi, consigliere comunale del Carroccio.

“L’Università diffusa tra i palazzi fondazione era il sogno del sindaco di Latina e del senatore Ajmone Finestra, portato avanti anche dalle amministrazioni di Vincenzo Zaccheo – argomentano Valletta e Tripodi -. Una visione condivisibile e percorribile, affinché i nostri giovani crescano nel patrimonio culturale e architettonico della fondazione di Littoria, oggi Latina.

Un progetto, concreto e serio, che può essere anche una spinta all’economia locale e alla valorizzazione del centro storico, ripopolandolo di giovani attraverso il polo universitario che potrebbe essere ulteriormente arricchito.

Non c’è soltanto il palazzo della Banca d’Italia, ma si dovrebbe perseguire anche l’obiettivo di aprire le porte di palazzo ‘M’ al mondo universitario, trovando una nuova collocazione al comando provinciale della Guardia di Finanza.

Su queste proposte, noi saremo pronti a sostenere con forza il miglioramento dell’offerta universitaria tra i palazzi storici della città”, concludono Valletta e Tripodi.

CORRELATI

spot_img
spot_img