Nelle ultime settimane a tenere banco nel mondo dell’informazione è la scelta più o meno velata, più o meno giusta, del governo giallo verde di tagliare i fondi pubblici all’editoria.

I giornali cartacei scalpitano.

Quelli tradizionali si indignano.

Qualcuno, che non rientra tra i cosiddetti colossi, trema.

Per noi, per Latinaquotidiano.it, non cambia nulla.

Si apre oggi, infatti, un nuovo anno e l’unico obiettivo che ci poniamo, come da cinque anni a questa parte, è solo quello di continuare a fare impresa, di farlo nel migliore dei modi che conosciamo, cioè investendo sui progetti, sulle persone che con noi lavorano e su chi in questa scelta ha deciso di scommettere ed investire, per fare di una testata web, il riferimento per un numero di lettori sempre crescente.

E’ facile alzarsi la mattina e sapere di poter contare su un tesoretto pubblico che rende le notti meno insonni e ogni anno rimpingua le casse al di là dei risultati, in termini di copie e di lettori, che contraddistinguono questo o quel giornale.

Difficile è sapere che ogni giorno devi fare meglio e di più di quello precedente.

Difficile è sapere che le uniche forze su cui puoi contare sono le tue gambe e le idee della squadra che hai creato.

Difficile è mantenere gli impegni, assunti a tutti i livelli con i giornalisti, con i lettori, a fare di una testata giornalistica un’impresa in cui passione, rigore, ricerca delle notizie, siano non parole vuote ma le basi solide di un progetto che è nato ed è cresciuto puntando sulla qualità e ambendo all’eccellenza senza mai cedere il passo alla banalità o all’improvvisazione.

Fare impresa in modo serio, senza avere secondi fini, senza cercare di rendere il proprio giornale uno strumento ad uso e consumo di velleità personali che nascono magari con entusiasmo ma che hanno la durata di una campagna elettorale scomparendo di fronte al primo ostacolo, significa proprio questo.

L’editoria non è una porta girevole o, parafrasando il Mao rivoluzionario, una cena di gala.

E’ capacità di essere contemporanei a se stessi, ai tempi che cambiano e si evolvono.

E’ voglia e determinazione nel dare ai lettori strumenti sempre più fruibili, tecnologici e veloci per essere al passo con il mondo che li circonda senza mai perdere di vista lo spirito di critica e di analisi che fanno la differenza tra un contenitore di notizie e un giornale.

Per queste ragioni Latinaquotidiano non è, e lo dico con orgoglio, una delle tante testate web.

E’ un’impresa digitale nata, quando era più difficile farlo a causa di un mercato in crisi e di una giungla di avventurieri che hanno visto nel web un’occasione per restare sulla cresta di un’onda, che ha perso in breve tempo il proprio vigore, per dare ai lettori un’occasione di crescere insieme all’insegna della qualità e dell’informazione quotidiana e contestuale, anticipando spesso gli eventi grazie ad una lettura dei fatti che è andata ben oltre la mera cronaca che in molti cercano di imitare con scarsi risultati.

E’ un’impresa che ha fatto della battaglia al principio di uniformazione lo scheletro della propria mission consci che un pezzo ben scritto e la ricerca di una notizia unica nel suo genere, nei suoi approfondimenti, sia il tributo dovuto ai nostri lettori sempre.

Un altro anno è terminato.

Stiamo assistendo all’alba di quello nuovo.

Tra le mani abbiamo un libro pieno di pagine da scrivere con l’entusiasmo del primo giorno, cinque anni di esperienza in più, tante idee e mille progetti da realizzare per dare ai nostri lettori un motivo sempre nuovo e diverso per leggerci e crescere con noi.

Buon anno nuovo e, soprattutto, buona lettura a tutti!