Acqualatina

Acqualatina terrà un convegno sulla rivoluzione apportata dalle tecnologie no-dig. L’appuntamento è a Cisterna nella sala consiliare giovedì 14 febbraio alle 10. Durante la seduta si parlerà di questa innovativa tecnologia che permette di installare nuove condotte senza fare scavi a cielo aperto, con l’abbattimento dei costi e dei tempi di realizzazione e soprattutto con una riduzione del materiale di scarto generato a favore della tutela dell’ambiente. 

Verrà portato ad esempio proprio il caso di Cisterna. Qui nei quartieri C8 e C9 sono stati fatti dei lavori di risanamento della rete proprio con la tecnologia no-dig. Acqualatina prosegue dunque il proprio intervento per convogliare e consegnare all’imianto di depurazione di Cerciabella le acque di scarico private attualmente riversate sui singoli terreni, così come prosegue nell’ammodernamento della rete di via Marconi. 

Proprio qui sono recentemente iniziati i lavori di sistemazione dell’asfalto dopo gli interventi del gestore del servizio idrico.

La tecnologia no-dig sta diventando parte essenziale del modus operandi di Acqualatina. È stata già usata infatti nell’ammodernamento della condotta che da Sardellane porta a Priverno, in questo caso con una tecnica detta Hoselining, mentre il Pipercare è stato utilizzato nelle condotte di Formia. 

Il convegno di giovedì sarà aperto a geometri e ingegneri e sarà valido ai fini dell’ottenimento di crediti formativi.