giovedì 23 Settembre 2021
spot_img

Le rovine, il suo fascino e la politica prêt-à-porter

Stiamo vivendo il fascino delle macerie, così come accadde tanti decenni fa per mezzo di una particolare attenzione al culto delle rovine. Questo accadeva in ambito urbanistico. Non ho nessun tipo di rimpianto per la società delle ideologie, come accadeva negli anni 80/90, periodo nel quale le ideologie di qualsiasi colore avevano una ragion d’essere.

Oggi avverto un enorme disagio di fronte alla trasformazione che ha investito la politica nel suo complesso, ma non solo la politica, anche l’informazione ed anche quelli che oggi si chiamano gli esperti in qualcosa. E’ stata la causa delle continue derive populistiche cui oggi ne paghiamo le conseguenze, tanto da generare parzialità, incompletezza, approssimazione.

Il centro dx e il centro sx sembra non avere una bussola, una direzione precisa, prevalgono gli interessi personali, i partiti (movimenti) civici hanno perso consensi e attenzione ai temi con i quali si erano creati uno spazio in ogni area istituzionale (comuni, regioni, governo nazionale ed infine nelle partecipate dello Stato).

I sondaggi entusiasmano più gli anchorman dei TG che i cittadini/elettori, che sanno meglio degli esperti che i risultati che ci propinano sono “intenzioni di voto” e che nella cabina elettorale tutto potrebbe cambiare. Ma i responsabili della comunicazione forse non lo sanno!

Francesco Miscioscia
Francesco Miscioscia consulente di Marketing strategico nell’ambito della comunicazione politica ed istituzionale da oltre 35 anni. Master in Marketing internazionale – Politiche di Marketing, ricerche di mercato, modalità di penetrazione sui mercati esteri ed internazionalizzazione delle imprese.

CORRELATI

spot_img
spot_img