Il convegno di Maenza con Claudio Sperduti

Rilanciare le campagne, la cultura delle piccole comunità, il tessuto connettivo del nostro paese. Di questo si è parlato nel convegno di Acli Terra della provincia di Latina per la promozione del programma di sviluppo rurale sul territorio, c’erano già stati incontri ad Aprilia ed Itri, è stata la volta di Maenza. Sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco Claudio Sperduti e il consigliere regionale Salvatore La Penna, che hanno descritto una progettualita’ condivisa per dare risposte ai giovani.. Si è discusso dei finanziamenti del programma di sviluppo rurale della Regione Lazio e la iniziativa privata in alleanza con le stesse istituzioni. Le relazioni sui bandi sono state svolte dai tecnici della Regione Lazio.
Per Acli Terra il Presidente provinciale Agostino Mastrogiacomo ha rappresentato il ruolo delle Acli come sistema sociale di rappresentanza e di accompagnamento per i cittadini che hanno intenzione di impegnarsi nelle opportunità della multifunzionalità del mondo rurale. Il confronto è stato portato anche su un livello politico, quando si è aperto il tema delle infrastrutture. All’unisono sono state espresse le preoccupazioni per la imprenditoria locale che è penalizzata dal sistema viario e logistico. Le Acli provinciali di Latina, inoltre, hanno fatto emergere un paradosso, cioè lo sperpero che il Governo sta facendo ne tenere chiusi i cantieri della Tav, bruciando 75 milioni di euro fino ad ora, quando con una minima parte avremmo sistemato tante strade pontine.
L’incontro è stato utile anche per far entrare Maenza nel circuito dei comuni visitati dalle comitive dei Circoli Acli, tramite un accordo promosso dal sindaco Sperduti con la presidenza provinciale della organizzazione