domenica 25 Settembre 2022

LBC si stringe al Sindaco: “Aspettiamo sereni la sentenza del TAR”

Il Tar scuote la maggioranza, ma i fedelissimi del sindaco parlano di serenità. La lista di Coletta, Latina Bene Comune, con un comunicato stampa raccoglie i consiglieri, per dire la sua per esprimere il suo appoggio al primo cittadino e ribadire che, fino a sentenza contraria, l’amministrazione continuerà a lavorare con tutti i suoi poteri per il bene della città.

“Non siamo mai entrati nel merito del contenuto giuridico del ricorso presentato da Latina nel Cuore. La nostra concentrazione è stata sempre, e sempre sarà, quella di lavorare per il bene della città in un momento storico particolarmente delicato. Non ci siamo potuti permettere nessuna distrazione. È chiaro, tuttavia, che non possiamo esimerci dal prendere atto della sentenza del Tar di Latina. Sentenza che ha, evidentemente, depotenziato le importanti accuse mosse dai ricorrenti, che chiedevano a gran voce l’annullamento del voto: la richiesta è stata respinta. Questo vuol dire che l’esito dell’elezione rimane, fino a prova contraria, insindacabile”.

 

Latina Bene Comune teme la sentenza che prevede il riconteggio delle schede, perché Coletta è stato voluto da Latina e solo per un pugno di voti non ha ottenuto la maggioranza assoluta.

“Per quanto concerne, invece – continuano i consiglieri –  la richiesta di riconteggio delle schede, accogliamo con grande favore la sentenza del Tar. Siamo consapevoli del fatto che l’equilibrio riscontrato in molti collegi, contesi da poche manciate di voti, rende la situazione aperta a qualsiasi scenario. Se è vero che il centrodestra ha mancato di poco la vittoria netta al primo turno, è altrettanto vero che la coalizione Coletta è andata ad un passo dall’ottenere un premio di maggioranza che avrebbe reso decisamente più netto il quadro del Consiglio Comunale. Latina Bene Comune attenderà serenamente l’esito del tribunale, e si farà trovare pronta ad ogni evenienza. Confidiamo nella legge e siamo certi, come lo siamo stati fino ad oggi, che la giustizia farà il suo corso.

Nel frattempo, però, continueremo a fare quello per cui siamo stati votati, che poi è ciò davvero conta: lavorare, governare, amministrare – calcando la dichiarazione del Sindaco Coletta ribadiscono –   Ci aspettano grandi sfide, in primis quella relativa all’agenda del PNRR, e non possiamo per nessun motivo al mondo permetterci esitazioni. Carte bollate, tribunali e giudici non devono in alcun modo rappresentare il pretesto per rallentare l’azione politica ed amministrativa che dovrà rilanciare la città. Auspichiamo, in questo senso, che le altre forze politiche che compongono il Consiglio Comunale, anche quelle di minoranza, si allineino a questo atteggiamento di responsabilità. Bisogna porre sopra ogni cosa il bene comune, il bene di Latina”.

CORRELATI

spot_img
spot_img