domenica 7 Agosto 2022

Vaiolo delle scimmie, nel Lazio le prime dosi del vaccino. A giorni le prime vaccinazioni

Sta per partire, anche nel Lazio, la vaccinazione contro il vaiolo delle scimmie. Una notizie diffusa dall’assessore alla sanità Alessio D’Amato dopo la circolare emanata nella serata di ieri dal Ministero della Salute. Dovrebbero essere almeno 1.200 le dosi a disposizione del Lazio. Da lunedì 8 agosto inizieranno le somministrazioni.

Secondo la circolare del Ministero le vaccinazioni inizieranno in quattro regioni italiane che sono quelle che hanno fatto registrare fino ad oggi il maggior numero di casi: alla Lombardia sono state date 2mila dosi, al Lazio appunto 1.200, altre 600 all’Emilia Romagna e 400 al Veneto. Nella circolare diffusa nella serata di ieri, infatti, si spiega che “a seguito dell’arrivo della prima tranche di donazione del vaccino antivaiolo Jynneos, da parte della Commissione Europea, si rende necessario un piano per le dosi disponibili”. La distribuzione ha tenuto conto dei colloqui avuti con le Regioni e le Province autonome, con la suddivisione delle dosi attualmente disponibili tra le Regioni con il più alto numero di casi segnalati. In attesa della successiva tranche di donazione (attualmente prevista per la seconda metà del mese) sarà messa da subito a disposizione, per le Regioni e le Province che ne facciano richiesta, una quota di dosi (multipli di 20 fino a 60 dosi). Una quota di vaccino resterà stoccata presso il Ministero della Salute, per eventuali emergenze.

Nello stesso documento viene spiegato che “al momento la modalità di contagio e la velocità di diffusione, così come l’efficacia delle misure non farmacologiche fanno escludere la necessità di una campagna vaccinale di massa”. Quindi “tenuto conto dell’attuale scenario epidemico e della limitata disponibilità di dosi”, la vaccinazione verrà offerta inizialmente solo ad alcune categorie che sono considerate ad alto rischio (per conoscere quali sono le categorie arruolabili secondo la circolare del ministero del 5 agosto e per tutte le informazioni cliccare qui).

Da lunedì 8 agosto, quindi, presso l’istituto Spallanzani di Roma verrà avviata la vaccinazione; chi rientra tra le categorie che possono accedere alla somministrazione può prenotarsi mandando una mail a: vaccinomonkeypox@inmi.it.

Secondo gli ultimi dati diffusi dal Ministero della Salute e aggiornati al 5 agosto, in Italia sono 545 i casi confermati: 540 maschi e 5 femmine, con un’età media di 38 anni. La Lombardia rimane la regione più colpita, con 250 casi, seguita dal Lazio con 109. Sono 5 le regioni che non hanno ancora segnalato nessun contagio.

CORRELATI

spot_img
spot_img