L’indice rt della regione Lazio è salito sopra quota 1. Questo significa che domenica prossima, quando verrà pubblicato il nuovo dpcm, la nostra regione sarà inserita in fascia arancione. Una impressione che non è solo la nostra, ma è confermata dalle parole dell’assessore alla sanità D’Amato: “Ci attendiamo di entrare in zona arancione”.

Questo significa che a far data da lunedì prossimo, bar e ristoranti resteranno chiusi sette giorni su sette, con solo asporto consentito; centri commerciali inaccessibili in giorni festivi e prefestivi; saracinesche che restano abbassate in piscine e palestre, come in cinema e teatri, musei e mostre; divieto di circolazione dalle 22 alle 5; no a spostamenti tra regioni diverse e anche tra comuni; e ancora, didattica a distanza consigliata per le scuole superiori e le università (restano invece le lezioni in presenza per scuole dell’infanzia, elementari e medie).

La permanenza in fascia arancione, poi, non sarà sicuramente breve. Lo stesso assessore ha spiegato che “perché l’Rt si stabilizzi e poi inizi a calare ci vuole del tempo”. In più, i numeri si sono stabilizzati sui 1500 nuovi casi al giorno, e le previsioni sono che aumenteranno già dalla prossima settimana.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, infine, 89.787 dosi. “Nel Lazio sono iniziate le vaccinazioni anti Covid-19 per gli over 80”, ha annunciato su Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.