giovedì 23 Settembre 2021
spot_img

Covid nel Lazio, la situazione non migliora: aumentano ricoveri e terapie intensive…

Come ogni giorno, dall’inizio della pandemia, l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, ha reso noti i dati aggiornati sull’andamento della pandemia nella regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati oltre 11mila tamponi analizzati nella nostra regione, e oltre 16mila antigenici, per un totale di oltre 28mila test. Una massa di tamponi che ha permesso di scoprire 780 nuovi casi positivi. Un paziente è deceduto per conseguenze della pandemia mentre i ricoverati sono aumentati di undici unità salendo a 273 (+11). In salita anche le terapie intensive, passate da 36 a 39 in poche ore.

Il rapporto tra positivi e tamponi è al 6,7%, ma considerando anche gli antigenici la percentuale scende al 2,7%.

RT in aumento: valore 2. Incidenza in aumento a 69,96 per 100mila abitanti.

Tassi di occupazione in Area medica e Terapia intensiva stabili, lontani dalle soglie di rischio.

Secondo D’Alessio restano: “Buoni gli indicatori sulla capacità di tracciamento, ci aspettiamo dalla prossima settimana una riduzione del coefficiente RT. Si conferma che grazie alla vaccinazione, pur in presenza di un aumento dei valori di incidenza, non assistiamo a criticità sulla rete ospedaliera. Resta assolutamente prioritario vaccinarsi e completare il percorso di vaccinazione”.

Sul fronte vaccinale, oggi sono stati superati i 6,8 milioni di dosi somministrate. Il 67% della popolazione adulta ha ricevuto due dosi di vaccino. Con questo trend è molto probabile raggiungere il 70% in doppia dose prima dell’8 agosto”.

CORRELATI

spot_img
spot_img