Continuano i successi dell’Atletica di Latina affiliata Fidal ed Opes che nel Meeting dell’uva, disputato sulla pista di Velletri e valido per l’assegnazione dei titoli laziali 2019 raccoglie altri consensi importanti.

Si è trattato di una vera e propria vendemmiata, dal momento che i colori pontini sono tornati a casa con altri 3 titoli regionali e 12 medaglie d’argento e bronzo.

Nonostante l’assenza di atleti di spicco come TortoriciFanelliBordin è arrivato subito il primo oro per merito del talentuoso Salvatore Di Nola che metteva tutti in fila nei 60 metri ad ostacoli con il tempo di 9”21.

Continuava Andrea Bernardini aggiudicandosi il lancio del peso con una bordata ad oltre 11 metri e calava il tris Lorenzo Bologni nel salto in lungo atterrando dopo un bel volo a 4 metri e 26. centimetri.

Tra i vari medaglisti in evidenza le prestazioni di Emilia Corradini nei 1000, Samuel Fiaschetti nel lancio del Vortex, Giovanni Fabietti nel salto in alto dove ha sfiorato il metro e 40,  e dell’altro bel talento di Lorenzo Vicinanza nel salto quadruplo dove ha valicato la soglia dei 12 metri che gli sono valsi l’argento.

Unica nota stonata la squalifica della staffetta 4×100 che si era esibita in una bella prestazione tecnica ma purtroppo per una piccola invasione di corsia nel terzo cambio è stata esclusa dalla classifica.

Si tornerà in pista  già questo fine settimana con gli italiani under 16 a Forlì dove l’Atletica Latina 80 si presenta con il numero record di 5 atleti che hanno ottenuto il pass per poter partecipare.

Si tratta di Mario Roani nei 1000 metri, della saltatrice in lungo Martina Cappa con il suo 5,23 nel lungo; dei lanciatori Soraya Galuppi nel martello dove ha recentemente superato i 40 metri del nuovo record provinciale e Kevin Ruiu nel disco, accreditato di oltre 35 metri ed entrambi in nona posizione nella startig list; infine  Davide Zuliani impegnato nelle 6 prove dell’esathlon, dove risulta al secondo posto delle liste nazionali.