LatinAttiva! si presenta alla città.

Il gruppo, formato da imprenditori e professionisti che non sta “Ne’ a destra, nè a sinistra: ma al di sopra!”.

Un gruppo che punta tutto sul ruolo equidistante dalle altre proposte politiche tradizionali con la volontà di superare il dibattito ideologico destra vs sinistra, nell’interesse della comunità e con la volontà di promuovere la capacità di dibattere e la volontà di incidere nella soluzione dei problemi ormai sedimentati del territorio.

“Il gruppo – spiega il coordinatore, Massimo Ceccarini – è infatti aperto a tutti i concittadini stanchi e insoddisfatti delle attuali alternative politiche, ma allo stesso tempo insoddisfatti delle manifestazioni di sola protesta e desiderosi di azioni concrete per il superamento dei problemi del territorio”.

L’obiettivo è entrare nelle maglie di una città attanagliata dalla crisi economica mettendo in campo proposte  epragmatismo che sinora sono mancati.

“Le difficoltà del territorio sono ben descritte dalle condizioni di impoverimento del centro storico cittadino: su questo aspetto il gruppo è – spiegano –  in questi giorni particolarmente attivo, portando richieste e proposte riguardo il superamento del degrado, delle difficoltà di accessibilità e della sua perdita di attrattività dovuta anche alla delocalizzazione di numerosi punti di interesse pubblici e privati”.

Questo focus sul centro è per il gruppo una delle priorità all’interno del dibattito.

“Una città come Latina non può esercitare pienamente il suo ruolo di attrattore e di capitale naturale del suo territorio senza una seria politica di rianimazione del suo cuore pulsante.
A partire da queste constatazioni – intervengono Luciano Comelli e Nazzareno Giorgi – la partecipazione della cittadinanza e la ricostruzione del tessuto sociale siano esigenze imprescindibili per affrontare la sfida, assieme all’iniezione di solide competenze tecniche ed al coinvolgimento giovanile”.

Rinnovamento, identità e azioni concrete sono le caratteristiche con cui LatinAttiva si presenta alla città.