Villaggio dei giornalisti, una delle zone residenziali collocate sul litorale di Latina è ridotta ad un fantasma.

La tromba d’aria che ieri sera si è abbattuta sulla marina di Latina ha raso al suolo tutto quello che ha trovato sul suo cammino.

A Foceverde i danni si stanno ancora contando.

Numerosi alberi sono stati abbattuti dalla forza del vento, le recinzioni sono state abbattute, le tegole si sono staccate dai tetti e decine di finestre sono andate in pezzi.

Grazie all’intervento dei soccorsi della protezione civile tutte le vie di accesso saranno liberate già nel pomeriggio portando via gli alberi caduti e permettendo un ritorno alla normalità.

Sul posto è arrivato anche il sindaco di Latina, Damiano Coletta.

“Ci tenevo a portare la mia vicinanza e il mio sostegno ai cittadini che hanno vissuto delle ore di paura e di angoscia. L’ondata di maltempo che ha colpito il nostro territorio è stata particolarmente violenta e i danni non sono certo di poco conto. Stiamo provvedendo a rispondere a tutte le segnalazioni”.

Ieri sera erano intervenute anche le squadre dei vigili del fuoco.

“Ringrazio le associazioni di Protezione Civile e i Vigili del Fuoco per gli interventi, il coordinamento della Prefettura che si sta occupando, oltre che di Latina, dell’intera provincia, e la Polizia Municipale per l’ausilio sul traffico. Stanno facendo, come al solito, un lavoro encomiabile che garantisce la sicurezza di tutti. Penso che sia il caso di valutare, con il presidente della Provincia, Carlo Medici, e tutti gli altri sindaci, la possibilità di chiedere lo stato di calamità naturale una volta valutati i danni prodotti”.