domenica 23 Giugno 2024
spot_img

Latina verso le elezioni, Sesa Amici allo scoperto: “Enrico Forte è il punto da cui partire”

di Redazione – “La candidatura del consigliere regionale Enrico Forte è il punto da cui partire, e non possiamo pensare che il partito possa attendere ancora, tanto meno indugiare su ipotetiche scelte civiche”, a dirlo è il sottosegretario al Governo Sesa Amici, che così esplicita il suo appoggio all’ex segretario provinciale del PD, scartando l’ipotesi di un candidato esponente della società civile. In una nota l’esponente del Governo Renzi parte dal confronto che il PD locale ha avuto con il segretario regionale Fabio Melilli. Quest’ultimo ha preso atto della candidatura di Forte e della fase tanto delicata quanto importante a cui è chiamato il PD: guidare e cambiare Latina dopo 20 anni di centrodestra. “Nell’ambito dell’attuale scomposizione politica del centrodestra, è di vitale importanza che il Pd assuma un ruolo di guida nelle scelte da mettere in campo per le prossime elezioni comunali, a partire da quella di Latina – ha dichiarato Sesa Amici – Proprio l’attuale situazione richiede un atto di responsabilità del Pd come unica forza capace di ricostruire alleanze in una visione strategica più ampia: diventa fondamentale che la scelta del candidato a sindaco di Latina sia frutto di una decisione politica che porti ad un nome riconoscibile”. Enrico Forte, appunto, si è reso disponibile a guidare questa fase e a iniziare un percorso di radicamento nel tessuto cittadino attraverso iniziative di dialogo con la città.

È lo stesso Matteo Renzi, ricorda ancora il sottosegretario, ad aver sottolineato che la politica oggi non può abdicare al proprio ruolo. “Penso che, su queste basi, e considerando la scomposizione ormai irreversibile dalla destra, il Pd non possa che trovare l’unità necessaria per concentrare le proprie forze su Latina e sulle altre amministrazioni al voto. Tutte le scelte – conclude Sesa Amici – non possono essere improvvisate, prese volta per volta, ma debbono far parte di un disegno che il Pd ha l’onere di guidare in un quadro di alleanze aperto a tutti i soggetti, civici o partitici, che hanno a cuore il buon governo, la stabilità, l’uscita dell’isolamento delle nostre città, a cominciare da Latina”. E forse solo sul sistema di alleanze Sesa Amici si trova d’accordo con Claudio Moscardelli, che però preferirebbe un candidato sindaco esponente della società civile.

LATINA ALLE ELEZIONI, MOSCARDELLI: VUOLE IL CANDIDATO DELLA SOCIETÀ CIVILE: “SEGNO DI FORZA E UNITÀ”

LATINA VERSO LE ELEZIONI, MOSCARDELLI NON TEME LE PRIMARIE: IL PD RESTERÀ COMPATTO

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img