abitudini di guida nel Lazio

Latina è la città in cui si guida di più la notte, almeno nel Lazio. Lo dice una ricerca condotta dall’osservatorio UnipolSai sulle abitudini di guida nel Lazio. L’analisi è stata realizzata analizzando i dati del 2017 raccolti dalle scatole nere installate nelle automobili.

La ricerca ha messo in evidenza che Latina a parimerito con Frosinone è la provincia dove l’auto è più usata (298 giorni l’anno, media nel Lazio 281, nazionale 287). Latina è anche la provincia dove si percorrono meno chilometri, 44 km al giorno come Roma, che però vanta un sistema di trasporto pubblico nettamente diverso dal capoluogo pontino. In quanto a chilometri annui spicca Rieti con 14.342, Latina  invece si ferma a 13.154 km annui.

I latinensi trascorrono 1,27 ore al giorno al volante a una velocità media di 30,5 km/h. Ma battono tutti sulla percentuale di chilometri notturni: il 5,04% dei km percorsi ogni giorno sono vissuti di notte. In coda in questo caso c’è Viterbo con una percentuale ferma al 4,31%.

Dunque Latina vince il titolo di provincia “nottambula”.  

“Rispetto a 5 anni fa i dati dell’Osservatorio UnipolSai evidenziano un utilizzo più frequente dell’auto (3 giorni in più rispetto al 2013), ma per tratte più brevi (sono stati percorsi circa 500 km in meno) e un incremento del traffico, testimoniato dall’aumento della permanenza quotidiana al volante di 3 minuti unito a una riduzione di 3 km/h della velocità media”, ha dichiarato Enrico San Pietro, Condirettore Generale Assicurativo UnipolSai.

“Il minore utilizzo dell’auto nell’ area metropolitana di Roma (i romani utilizzino l’auto 23 giorni l’anno meno di chi vive a Frosinone e percorrano 1.356 km annui in meno rispetto a chi vive a Rieti) – ha osservato San Pietro – è spiegato dalla difficoltà nel trovare parcheggi, la possibilità di servirsi di mezzi pubblici, l’attitudine all’uso delle due ruote (bicicletta e/o scooter), l’utilizzo crescente di forme di mobilità alternativa (car/bike sharing, taxi, ecc.) e la facilità di accesso a mezzi alternativi di trasporto quali per esempio l’Alta Velocità”.

“A eccezione di Roma – spiegano da UnipolSai – l’auto si conferma un mezzo imprescindibile in tutte le altre province laziali che, se si esclude Frosinone, non gravitano intorno ad arterie autostradali con la conseguenza che gli abitanti di Latina (7,7%), Viterbo (12,5%) e Rieti (15,2%) percorrono meno km in autostrada rispetto alla media nazionale (17,7% sul totale dei km percorsi) a favore di un elevato utilizzo di strade extraurbane”.

Anche questo dato è significativo: Latina in coda per chilometri percorsi in autostrada. Per forza: un’autostrada non c’è e la Roma-Latina è ben lontana dal realizzarsi.

Il confronto con i dati del 2013 in definitiva, dice che a Latina si guida di più ma è aumentato anche il traffico, come dimostra la riduzione della velocità media da 33 km/h a 30 km/h.