Il coprifuoco, nuove misure restrittivee e l’esigenza non rinviabile di riorganizarsi per affrontare questa nuova difficilissima fase legata alla diffusione del coronavirus a Latina e provincia.

E’ la sfida che gli esercenti della cosiddetta zona pub di Latina intendono affrontare e vincere avanzando proposte e progetti che possano dargli un pò di respiro.

Nasce così l’idea di istituire un’area pedonale in via Neghelli nel weekend per incentivare almeno la possibilità di lavorare nell’ora di pranzo considerato che dopo le 18 si può effettuare solo l’aporto come previsto dall’ultimo decreto Conte.

Trasformarsi per non chiudere sembra essere l’imperativo il tutto in attesa di conoscere, a seguito della formalizzazione della richiesta, quale sia la risposta del Comune di Latina che nei giorni scorsi, a margine della manifestazione in piazza del Popolo, si era detto pronato  a sostenere ogni iniziativa in grado di dare man forte ad uno dei settori maggiormente penalizzati dalla complessa crisi in corso.

Su tutto grava l’esigenza di mantenere il più possibile i distanziamento ed evitare contatti tra le persone. Ed è questo l’ostacolo più grande che il Covid, non tanto i decreti, rendono quasi insormontabile.