Sono scesi in piazza del Popolo per manifestare i disagi che ogni giorno vivono sulla propria pelle.

Si tratta degli autisti della Csc del trasporto pubblico locale a Latina.

Lo sciopero, indetto dal sindacato Fas Confsal Trasporti, dalle 10.30 alle 14.30.

Una rappresentanza dei dipendenti dopo aver incontrato l’assessore Francesco Castaldo è salita in Comune per discutere dei problemi che affliggono la categoria.

Il nodo del contendere sarebbero presunte incongruenze nelle buste paga, il mancato aggiornamento delle condizioni lavorative e il blocco dei premi di produzione.

Sugli striscioni la contestazione nei confronti dell’amministrazione guidata dal sindaco Coletta è evidente.

Si lamenta, infatti, l’assenza del Comune in termini di controllo sul servizio affidato ad una associazione temporanea di imprese dopo l’espletamento di un bando di gara europeo.

La questione della mancanza di controlli sui servizi erogati a Latina non è cosa nuova per Coletta e la sua giunta.

Analoghe situazioni sono emerse, e continuano ad emergere, infatti anche con l’azienda speciale che gestisce i rifiuti.