reati contro il patrimonio

Resta in carcere il 29enne di origini nigeriane che avrebbe tentato due rapine a Latina Scalo e aggredito la commessa procurandole lesioni e palpeggiandola nelle parti intime.

Oggi il ragazzo è stato interrogato dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina e ha negato le accuse.

Il gip, però, ha convalidato l’arresto del 14 gennaio scorso e disposto la custodia cautelare in carcere.

Il 29enne le aveva intimato alla commessa di un negozio di abbigliamento di consegnargli il denaro nelle casse.

La donna si era opposta e lui prima l’avrebbe strattonata facendole battere la testa su alcune mensole, poi avrebbe anche approfittato del momento per palpeggiarla.

Poi si era diretto verso un’assicurazione. Era stato bloccato dai carabinieri poco lontano.