domenica 19 Maggio 2024
spot_img

Latina, prove di programma per le amministrative. Lbc e Coletta guardano al 2021

Latina bene comune scalda i motori in vista delle elezioni amministrative del 2021.

Nella sala del Circolo cittadino si è svolto il primo incontro con la partecipazione di portatori di interesse e forze produttive della città.

Latina in corsa, tra presente e futuro“ è il titolo dell’iniziativa promossa dal consiglio generale di Lbc.

“Ci tengo a sottolineare che sarà un programma completamente proiettato – spiega il segretario di Latina Bene ComuneFrancesco Giri – verso il futuro della città, come dice il titolo dato all’evento stesso”.

L’evento si è sviluppato su tre temi principali, suddivisi in diversi tavoli di lavoro: territorio, con il coordinamento di Giuseppe Panico (pianificazione; turismo; ambiente e mobilità sostenibile), sviluppo economico, con il coordinamento di Patrizio Porcelli (networking ed accesso alle risorse; economie alternative; eccellenze), giovani, con il coordinamento di Valeria Campagna (università, smart city, politiche giovanili e partecipazione).

“Lbc si propone di dare un’accelerazione al cambiamento, indicando priorità ed azioni dirette al futuro. Per questo abbiamo organizzato una giornata delle idee per elaborare una sintesi partendo da diversi punti di osservazione, esperienze e formazione: un incontro con i portatori d’interesse e con le forze produttive – spiegano dal consiglio generale – della città come ad esempio esperti di settore, tecnici, imprenditori, associazioni, giovani, esponenti dei sindacati e delle associazioni di categoria”.

Presente anche il sindaco di Latina Coletta che ha preso appunti e recepito alcuni spunti provenienti dai vari contesti.

“È stato un incontro estremamente positivo. La grande partecipazione che c’è stata è sintomo del fatto che quando si danno occasioni di confronto, i giovani sono pronti ad intervenire. Ringrazio – spiega Valeria Campagna – tutti ma in particolare gli studenti fuori sede, che ci hanno portato una testimonianza di come vivono le loro città universitarie (Milano, Bologna, Torino) e le associazioni politiche e partitiche presenti: Giovani Democratici, Rete degli studenti medi, Movimento giovanile della sinistra, Amnesty International”.

La metodologia applicata è quella del world cafè, strutturato su tavoli di lavoro molto informali guidati da tre domande rispetto ai temi proposti: quali criticità, quali opportunità, quali soluzioni concrete, innovative ma al contempo fattibili nel medio periodo?

“Un confronto ricco e produttivo – commentano invece Porcelli e Panico – che ha tenuto conto di tutte le diverse voci e realtà presenti, dal mondo imprenditoriale a quello sindacale. Abbiamo recepito idee e proposte ed importante è stata la presenza degli esponenti dell’amministrazione, che sono andati al di là delle mere dinamiche amministrative, portando la loro esperienza ma anche raccogliendo criticità e progetti da realizzare. Si è cercato di impostare un confronto per una visione futura della città da qui a oltre il 2021″.

All’organizzazione ha collaborato Giorgia Ortu La Barbera, esperta di facilitazione dei processi decisionali.

“Ritengo che – conclude Coletta – migliorare la città universitaria e l’offerta dei corsi di studio in coerenza con l’indotto territoriale, siano obiettivi importanti. Valorizzare le risorse del territorio, del mare, Fogliano, anche con la mobilità e le funzionalità smart sono tra i punti che ci siamo dati anche come amministrazione”.

Il prossimo appuntamento, aperto a tutta la città, è per sabato 4 aprile sempre al Circolo Cittadino, per condividere il lavoro fatto.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img