giovedì 8 Dicembre 2022

Latina-Palermo, ai nerazzurri non riesce l’impresa. Capolista troppo forte, passa al Francioni

di Luigi D’Arcangelis – Nulla da fare. La marcia del Palermo verso la Serie A travolge tutto e tutti, e anche il sorprendente Latina di questo campionato cade sotto i colpi dei siciliani. Al Francioni finisce 3-1 per i rosanero, che sfoderano una prova maestosa, specialmente nel secondo tempo, con una dimostrazione di forza davvero impressionante.

I pontini hanno tuttavia ben poco da recriminare. Per oltre un’ora tengono testa al Palermo, e anzi sono più pericolosi della squadra di Iachini. Primo tempo avaro di emozioni, con i nerazzurri che, nella noia generale, giocano alla pari dei siciliani e impensieriscono il portiere Sorrentino più di quanto i rosanero facciano con Iacobucci.

Nella seconda frazione di gioco, però, è Palermo show. La capolista va subito in vantaggio con Dybala, al 7’ minuto. Il Latina reagisce con coraggio e determinazione, e pareggia dopo soli 6 minuti, al 13’, con Paolucci. La rete pontina, tuttavia, è l’ultimo segno rilevabile della presenza in campo dell’undici di Breda, surclassato nella mezz’ora finale dalla compagine siciliana, che trova il 2-1 con Pisano (27’) e il 3-1 con Lafferty.

Per effetto della sconfitta e della contemporanea vittoria dell’Empoli (2-0) sullo Spezia, i nerazzurri perdono il secondo posto in graduatoria proprio a favore dei toscani – che salgono a 59 punti, mentre il Latina rimane fermo a quota 57, terzo in classifica – .

I pontini, comunque, meritano gli applausi tributati loro a fine gara dai tifosi. Ci hanno provato, ma questo Palermo è davvero troppo forte.

 

CORRELATI

spot_img
spot_img