giovedì 8 Dicembre 2022

Latina, Palazzetto troppo piccolo e il volley va a Cisterna. Cozzolino: il sindaco non vede il problema

di Redazione – Come per lo stadio Francioni, che nel caso in cui il Latina Calcio fosse promosso in Serie A avrebbe bisogno di un ammodernamento e di lavori che lo facciano divenire all’altezza della massima serie, così anche il Palazzetto dello sport avrebbe bisogno di un intervento per rispondere alle caratteristiche strutturali richieste per disputare la Super Lega, altrimenti la squadra potrebbe essere costretta a giocare a Cisterna.

Se per lo stadi, però, l’amministrazione già si è mossa pur trattandosi ancora di un’ipotesi, ancora niente è stato fatto per il Palazzetto, “dopo il grido di allarme dei vertici societari del volley il Sindaco Giovanni Di Giorgi e l’assessore alla infrastrutture sportive, Michele Nasso, non hanno proferito parola in consiglio comunale, sorvolando completamente ad un problema importante e sentito dalla città” ha denunciato il capogruppo PD, Alessandro Cozzolino.

“La squadra della Top Volley – ha spiegato il democratico – è una realtà che continua a dare lustro all’intera città. Anche quest’anno ha disputato una finale di livello internazionale e milita nel campionato di seria A ormai da anni. Quando la Lega di Seria A diventerà Super Lega il Palazzetto non risponderà più alle esigenze normative e la squadra di volley di Latina sarà costretta a chiedere aiuto a Cisterna, comune con un palazzetto che risponderà alle nuove esigenze normative. In tutto questo il sindaco Di Giorgi e l’assessore Nasso stanno zitti, non rispondono in consiglio comunale e sottovalutano il problema”.

Il Palazzetto inoltre non è l’unico ad avere problemi ma questi riguardano tutti gli impianti sportivi della città “Va varato un nuovo piano per l’impiantistica sportiva che riguardi tutte queste strutture – conclude Alessandro Cozzolino -. Inoltre va ricordato che c’è un progetto di qualche anno fa per realizzare un nuovo palazzetto nella zona del mare e i finanziamenti del Plus potevano fornire l’occasione giusta per dar vita a quel progetto. Nei giorni scorsi il sindaco ha assicurato che le risorse per l’adeguamento dello stadio in caso di passaggio in A ci sono. Bene, ma se (speriamo di no) lo stadio comunale non dovesse necessitare di modifiche perché non investire quelle risorse sul Palazzetto?”

CORRELATI

spot_img
spot_img