Circa 100 nuovi cestini gettacarte acquistati dall’Azienda per i Beni Comuni di Latina. l’installazione si sta effettuando in questi giorni.

La scelta del prodotto è avvenuta uniformandosi alle indicazioni dell’amministrazione comunale di Latina, scelta finalizzata ad incrementare la tutela del decoro e dell’igiene urbana della città, partendo dal centro storico.

Andranno a sostituire quelli attualmente presenti sul territorio che, dopo rigenerazione, saranno posizionati nel perimetro immediatamente esterno al centro. I nuovi cestini sono di elevata qualità e design.

Hanno seguito i lavori di installazione il direttore generale di ABC, Silvio Ascoli, e l’assessore all’ambiente, Dario Bellini.

“Stiamo lavorando per migliorare la qualità delle aree urbane in cui viviamo installando nuove attrezzature per conferire i rifiuti di piccola pezzatura ed i mozziconi di sigaretta, fenomeno purtroppo molto diffuso e – spiega il direttore Silvio Ascoli – grave fonte di inquinamento ambientale. Il contributo di ABC è quotidianamente orientato a garantire igiene, tutela e salvaguardia dell’ambiente della città”.

L’inserimento dei rifiuti è consentito da una piccola bocca studiata per inserire solo rifiuti di piccola dimensione, impedendone la dispersione. Tutti i cestini sono dotati di una griglia posacenere per evitare che le cicche di sigarette vengano buttate a terra. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini sul tema del rispetto ambientale e delle conseguenze di comportamenti sbagliati, contrastando il fenomeno del littering, ovvero l’abbandono di rifiuti di piccole dimensioni in spazi pubblici.

I primi cestini sono stati collocati in piazza del Popolo e nella ZTL e nelle prossime settimane saranno dislocati in altre aree del centro scelte di concerto con l’amministrazione comunale, ponendo particolare attenzione a quelle di maggiore frequentazione.

“Sono convinto – ha dichiarato l’assessore Bellini – che la cittadinanza apprezzerà questo oggetto scelto in collaborazione con il servizio decoro e l’assessore Emilio Ranieri. Ci tengo a sottolineare l’indirizzo dato dall’amministrazione e sposato in pieno dalla nostra Azienda Speciale, volto da una parte a investire per dotarsi di nuovi oggetti utili al decoro della città, dall’altra ad adoperarsi per il riciclo e la rigenerazione dei cestini già in uso, nella logica a noi cara dell’economia circolare”.