Tutto nascerebbe dalla “paternità” della mozione plastic free.

Il Partito democratico, stando le parole del consigliere Nicoletta Zuliani, aveva pronto un atto mai depositato perchè si attendeva di condividerlo con le altre forze in consiglio comunale.

La maggioranza di Lbc, intanto, Maria Grazia Ciolfi e Valeria Campagna gioca di anticipo e procede protocollando la mozione.

Da qui scatta la polemica.

La Zuliani rivendica.

Lbc gioca in difesa.

“Ci fa piacere che – spiegano la Ciolfi e la Campagna – la nostra idea sia stata apprezzata. Per correttezza d’informazione però dobbiamo sottolineare che la mozione di cui Zuliani parla, era stata già annunciata nelle settimane scorse dal gruppo di maggioranza ed un primo segnale in questo senso, in attesa della formalizzazione, era stato l’aver portato in consiglio comunale bottiglie e bicchieri di vetro”.

Sulla questione, infatti, si erano già mossi anche i consiglieri Luisa Mobili e Laura Perazzotti, e Loretta Isotton per il bando sulle mense scolastiche.

“Al contrario, la Zuliani ha annunciato della sua mozione nella conferenza dei capigruppo solamente giovedì mattina, proprio mentre noi eravamo già pronte per presentare la nostra. Un tema così nobile – continuano i consiglieri di Lbc – non dovrebbe avere colore politico, perciò non comprendiamo la polemica che ha lanciato. Auspichiamo massima condivisione e che in consiglio le due mozioni siano integrate nei contenuti e che il risultato venga votato all’unanimità”.

Intanto si lavora spediti per rendere il litorale smoke free.

“Siamo in dirittura di arrivo, quasi pronte a protocollare, e saremo ben felici di condividerla con tutte le altre forze politiche che vorranno dare un contributo o sottoscriverla insieme a noi”.